Le offerte del mercato

Mutui per precari



Per banche e finanziarie, il mutuo ed i prestiti in generale, oltre ad essere un' importante e primaria  fonte di guadagno, rappresentano anche uno strumento fondamentale per conquistare nuovi clienti in quanto, coloro che accendono un mutuo, sono generalmente costretti ad aprire un conto corrente e a farsi accreditare lo stipendio .

Per questi motivi, all'interno del mercato finanziario, ne sono nati alcuni che prevedono il finanziamento del  100% (o poco meno) del valore dell'immobile, ed inoltre sono state create formule  ad hoc per i lavoratori atipici.

La maggior parte delle Banche e degli Istituti di Credito, poichè considerano rischioso erogare un finanziamento ai vari lavoratori cosiddetti atipici o precari a causa del loro contratto di lavoro a tempo determinato, a progetto, a
collaborazione che ne prevedono la conclusione a breve termine, escludono queste categorie dal sistema del credito, perché dal futuro lavorativo incerto.

In Italia l'esercito dei soggetti con  contratto a termine conta circa 2,5 milioni di persone.
Proprio per questo negli ultimi anni alcune banche hanno lanciato prodotti ad hoc.

 
La caratteristica di questo prodotto è proprio quella di aprirsi agli atipici e possono chiedere di sottoscrivere un Mutuo Giovane tutti i lavoratori che non abbiano più di 35 anni, sia che abbiano un contratto a termine che un contratto di lavoro dipendente. Altre condizioni sono la sussistenza di un contratto di lavoro,l'aver svolto un'attività lavorativa per almeno 30 mesi negli ultimi 3 anni ( ad eccezione delle prestazioni occasionali), che il rapporto rata-reddito non sia superiore al 35% e che i richiedenti siano non più di due".

Ma le offerte di mutui specifici sono ancora poche e rimane il problema è che non essendoci un'offerta univoca, è vero il fatto che  si va verso prodotti dedicati, ma è altrettanto vero che questi prodotti costano di più.

Le banche che offrono prodotti specifici per i precari, infatti, corrono rischi maggiori e quindi, a fronte di una tutela maggiore, applicano un tasso con una maggiorazione punitiva dello spread .

E' pertanto consigliabile confrontare le offerte ad hoc con i piani di ammortamento delle banche che, pur non avendo prodotti specifici, garantiscono un'istruttoria accurata e, qualora sussistano le condizioni, deliberano la concessione di un finanziamento di tipo tradizionale.

Per le Banche che non prevedono formule per i lavori atipici, l'unica alternativa possibile rimane la firma di un terzo garante, come può essere ad esempio,un genitore oppure un partner che abbia un contratto a tempo indeterminato, perché in quel caso l'istituto concede un  finanziamento di tipo tradizionale, che ha un costo inferiore.